Stampaggio di materie plastiche, che cos'è e come funziona?

Pubblicato il da miagolio77

La plastica è un materiale che è presente quotidianamente nelle nostre vite, in tutto quello che tocchiamo e utilizziamo, ma di solito non ci chiediamo come viene lavorato per prendere la sua forma o come viene stampato per assumere il suo aspetto definitivo.

Cos'è lo stampaggio

Lo stampaggio è un processo con cui si forzano i materiali plastici grezzi all’interno di uno stampo. Gli stampi sono costituiti da blocchi di metallo o di resina scomponibili in più parti. Al loro interno si ottiene una parte cava che ha la forma dell’oggetto si vuole ottenere.

Il processo di stampaggio in genere inizia molto prima del lavoro vero e proprio: a monte, infatti, c'è un designer industriale o un ingegnere che progetta il prodotto. Il lavoro poi passa all'attrezzista stampista che costruisce lo stampo per il design creato.

Questi primi stampi sono di solito realizzati con acciaio o alluminio e vengono effettuate varie prove per verificare risultato finale. Una volta effettuate le opportune verifiche può essere eseguito lo stampaggio plastico vero e proprio, che in genere avviene in botti riscaldate.

Come funziona

Quando lo stampo è chiuso viene riempito con la plastica allo stato liquido con la quale si vuole ottenere l’oggetto designato. Il liquido si solidifica all’interno dello stampo e quindi lo stampo viene aperto ed il prodotto finito estratto.

Per facilitare questo processo normalmente lo stampo viene rivestito con un sottile strato di un materiale che renda più agevole il distacco dell’oggetto dallo stampo.

La tecnica dello stampaggio può essere applicata non solo alle materie plastiche, ma anche a vari metalli, all'acciaio e al vetro.

Le tecniche di stampaggio si sono evolute e differenziate con il tempo, hanno ognuna le proprie peculiarità e i propri settori di applicazione, in base ai quali si ottengono i risultati migliori a seconda dei materiali utilizzati, della definizione dei particolari nello stampo e delle quantità di pezzi da produrre.

Un elenco dei principali tipi di stampaggio comprende:

  • stampaggio a iniezione

  • stampaggio a termoforatura

  • stampaggio a schiumatura

  • stampaggio a compressione

  • stampaggio a sinterizzazione

I principali vantaggi consistono nell'alto tasso di produzione, nella riutilizzabilità anche in tempi successivi degli stampi, nel basso costo della lavorazione, nell'abbondanza dei materiali utilizzabili.

I principali svantaggi sono il costo delle attrezzature, il costo di funzionamento e il tempo di studio degli stampi.

plastica consumata

Con tag Riciclaggio

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post

Estrusione materie plastiche 11/26/2016 11:23

Noi ci siamo rivolti ad una azienda della provincia di Varese, la Plasticol, per la realizzazione nuove filiere per la nostra attività. Ci siamo trovati bene