Internal Auditing: definizione e scopo delle attività di revisione interna

Pubblicato il da miagolio77

Approfondiamo l'attività di Internal Auditing, conoscendo in dettaglio in cosa consiste e a cosa può servire.

Cos'è

L'internal Auditing è un'attività di revisione interna che viene svolta da professionisti in consulenza e assistenza aziendale per conoscere le dinamiche presenti nelle società monitorate e facilitare il raggiungimento degli obiettivi delle società stesse.

Questo progetto può essere svolto soltanto da consulenti che si trovino all'esterno dell'organizzazione aziendale per poter prendere in esame in maniera obiettiva, senza coinvolgimenti personali dovuti al proprio ruolo, tutto quello che riguarda l'organizzazione delle risorse umane e dei loro ruoli.

L'approccio di valutazione della situazione all'interno dell'azienda deve essere sistematico per essere in grado di essere di reale aiuto nella migliore organizzazione di tutti quelli che sono i processi interni dell'azienda, in modo da poter gestire al meglio i processi di controllo e la gestione delle situazioni di rischio.

Il consulente Auditor ha il compito di portare all’attenzione dei vertici aziendali quali sono le dinamiche all’interno dell’azienda che vanno modificate: ad esempio il rapporto che risulti difettoso per qualche genere di incomprensione tra reparti o tra vari addetti che può portare rallentamenti nel lavoro o nelle pratiche amministrative a esso correlate.

Altro argomento che va valutato dall’auditor sono:

  • l’analisi del bilancio aziendale e su quali settori di spesa si debba intervenire;

  • creare le condizioni per migliorare l’efficienza della società;

  • studiare un sistema di controllo per prevenire ipotetiche frodi.

A cosa serve

L’Internal Auditor non è un intruso che fa domande sgradevoli e si intromette nelle dinamiche aziendali, è importante da parte di tutti i componenti dell’azienda (sia i dipendenti che i vertici) accettare la sua presenza e collaborare con obiettività e sincerità, non nascondendo nessun aspetto del proprio lavoro, anche per quanto riguarda i rapporti tra colleghi.

L’Auditor deve avere a disposizione tutti i mezzi per intervenire e consigliare per quanto riguarda tutta l’organizzazione aziendale, operando grazie a:

  • istituzione di un sistema di controllo aziendale;

  • gestione delle sopravvenienze passive inattese;

  • analisi dei rischi;

  • riduzione del rapporto tra costo e rischio;

  • analisi delle attività finanziarie per minimizzare le perdite sui crediti.

In pratica una buona organizzazione del lavoro e il suo controllo con occhi disincantati e autonomi può solo giovare a tutti i meccanismi aziendali.

1 Supreme Audit Court Building in tehran iran. | Source | Autho

Commenta il post

Angelo 04/10/2012 12:55

E una definizione che qualcuno che ha una dita dovrebbe saperla