Ditte di trasloco: come scegliere l'impresa giusta

Pubblicato il da miagolio77

Quando si trasloca sono molte le cose a cui pensare. Per affrontare questo delicato momento, senza troppi pensieri e preoccupazioni, è bene, dunque, scegliere con cura l’impresa a cui affidare il vostro trasloco.

Quando e come organizzarsi

Il trasloco è una operazione complessa e faticosa, va quindi organizzato per tempo per non incorrere in fastidiosi e costosi disguidi.

Individuate la data utile per il trasloco con almeno un paio di mesi di anticipo, in accordo con la data di rogito della nuova abitazione: in questo modo avrete la sicurezza di avere disponibili le date che possono essere adatte. Se invece cercate di trovare dei traslocatori liberi, con breve anticipo potreste dovervi adattare a date che non vi sono comode e spendere anche più del dovuto per non rimanere senza questo indispensabile servizio.

Per prima cosa richiedete un preventivo a varie ditte di traslochi, specificando il materiale che andrà traslocato e segnalando le camere con le varie metrature e gli eventuali contenuti che necessitano di un imballo o un trasporto particolare. In fase di preventivo richiedete espressamente se il materiale per l’imballo (scatole di varie dimensioni, scotch, nastro a bolle d’aria ed altro) è incluso nella spesa. Ne troverete molti, anche cercando su internet, utilizzando le parole chiave "azienda di traslochi" oppure "ditte traslochi" della vostra provincia. Esistono anche siti come Abc-traslochi.it o Atraslochi.it che raggruppano diversi traslocatori in varie aree d’Italia e possono inoltrare a tutti una richiesta di preventivo.

Verificate, poi, la presenza nell’azienda di trasloco degli elevatori esterni, se vi trovate a un piano che non sia il pianoterra, della regolarità della richiesta del permesso di occupazione del suolo pubblico, della copertura assicurativa (che deve essere poi riportata nei moduli di contratto).

È bene cominciare ad imballare gli oggetti non immediatamente indispensabili almeno un mese prima della data del trasloco, segnando all’esterno delle scatole il contenuto. Negli ultimi giorni imballate gli oggetti indispensabili e segnalatelo sull’esterno degli scatoloni (ad esclusione dei medicinali e degli oggetti di valore che è opportuno tenere con voi), consumate i surgelati e tutto il contenuto del frigorifero, che è bene pulire il giorno prima del trasloco.

Altre operazioni da fare in fase di trasloco

Il cambio di indirizzo deve essere comunicato a vari enti e società, tra cui l’amministratore, se vivi in un condominio, l’ente dell’energia elettrica, gas, acqua, telefono, le poste. E, presso il comune da cui traslochi, recati presso l'anagrafe dove dovrai compilare un modulo e potrai chiedere quali enti vengono avvisati in automatico (come ad esempio la motorizzazione) e quali vanno invece avvisati singolarmente.

Traslokando

Commenta il post